PISTOIASETTE

Approvazione del nuovo regolamento del Canone unico, il commento dei consiglieri Maglione, Breschi e Gori

  • CRONACA
  • 08:12, 02/05/21
  • di redazione

Sull'approvazione del nuovo regolamento del Canone unico, i consiglieri Nicola Maglione (M5S), Carla Breschi e Gabriele Gori (Gruppo Indipendente) sono pienamente concordi nell'affermare che si tratta di un regolamento per il quale l'amministrazione non ha voluto accogliere importanti emendamenti suggeriti dalle minoranze per renderlo più equilibrato, lungimirante e d'aiuto per le imprese. Che non vi fosse spirito di collaborazione è emerso da subito, con la presentazione del testo definitivo del regolamento, nel quale non erano state apportate alcune modifiche concordate in sede di commissione. I consiglieri ritengono inaccettabile la disparità introdotta per gli spazi di suolo pubblico dati in concessione, facendo pagare un surplus pesante per chi usufruisce di spazi adibiti alla sosta a pagamento, "stalli con strisce blu". Così facendo verranno penalizzati e discriminati tutti quegli esercenti che operano fuori dalla sala - in via F. Pacini, per esempio - costretti a sostenere costi maggiori per i loro dehors.

"Uno tra gli obiettivi principali di una pubblica amministrazione - dichiara Gori - oltre a evitare disparità tra chi fa impresa, è quello di favorire le la diffusione delle attività sul territorio, onde fornire un migliore e più capillare servizio ai cittadini pistoiesi".

Rincara Maglione: "Gravissima anche l'introduzione di una sorta di lasciapassare, quasi un invito esplicito  a non rispettare le regole: fino al 40% di uso di suolo pubblico abusivo, sarà comminata una semplice ammenda amministrativa, senza incorrere in alcun rischio di revoca come avviene invece nella stragrande maggioranza dei comuni". Un emendamento M5S, condiviso e sostenuto dagli altri consiglieri di minoranza, proponeva di abbassare tale soglia e dare gradualità alla revoca, per tutelare chi si conforma in maniera responsabile e virtuosa alle regole e garantire una leale concorrenza tra gli operatori. 

La visione della giunta Tomasi è chiara: vogliono pochi esercenti di serie A, da favorire e privilegiare a danno dei tanti da loro ritenuti di serie B.  

Bocciata, inoltre, la possibilità di concedere un rimborso per quelle imprese che dovessero decidere di rinunciare a spazi pubblicitari in conseguenza dello stop delle loro attività a causa delle restrizioni legate alla pandemia.

I tre consiglieri, infine, convergono sulla stessa valutazione: “Si nota uno strano e ambiguo comportamento di questa maggioranza che inscena forme di protesta pubblica nell'intento di accattivarsi le simpatie di chi svolge attività economiche e quando conta, nei fatti concreti, votano un regolamento che introduce per le stesse categorie economiche forti disparità e penalizzazioni”.

 

 

redazione
Approvazione del nuovo regolamento del Canone unico, il commento dei consiglieri Maglione, Breschi e Gori
Approvazione del nuovo regolamento del Canone unico, il commento dei consiglieri Maglione, Breschi e Gori
Approvazione del nuovo regolamento del Canone unico, il commento dei consiglieri Maglione, Breschi e Gori