PISTOIASETTE

'Italiani a Pistoia' fa litigare la politica: l'opposizione attacca la maggioranza, che risponde a stretto giro

  • CRONACA
  • 00:31, 11/09/21
  • di Lorenzo Vannucci


La questione era già divampata via social qualche settimana fa, quando era stato diffuso l'elenco degli ospiti che sarebbero giunti in città per la seconda edizione della rassegna. Subito era scattata unilaterale indignazione in certa parte del mondo politico cittadino, in quanto alcuni oratori non avrebbero trovato il gradimento totale ed unanime della politica nella sua totalità: la venuta di Maurizio Belpietro, in particolar modo, ha innescato un dibattito piuttosto acceso, con, in talune circostanze, commenti sopra le righe espressi via social. E la politica locale, probabilmente desiderosa di riconquistare il centro dell'attenzione dopo la pausa estiva, si è ritrovata coinvolta in un vortice di polemiche incrociate. E' il Partito Democratico, insieme agli altri gruppi di opposizione, come M5S, IV, Pistoia Spirito Libero, Pistoia Città di Tutti, ad attaccare la maggioranza: "Vogliamo leggere con ironia - scrivono i gruppi consiliari di opposizione - la delibera 194 del 25 agosto con la quale il Sindaco concede gratuitamente materiali e attrezzature per l’iniziativa ’Italiani a Pistoia’, durante la quale hanno sfilato figure dall’alto profilo culturale quali Maurizio Belpietro, Daniele Capezzone, Alessandro Sallusti. Una tre giorni tra campagna elettorale della destra e disinformazione NoVax pagata dai cittadini pistoiesi, che con i loro soldi concedono sedie, palco e quant'altro mentre le associazioni culturali del territorio sono nella profonda difficoltà che il contesto porta. L’ironia, che purtroppo è amara, sta nel constatare che le politiche culturali del Comune, evidentemente, con l’amministrazione Tomasi si sostanziano in questo". "Nel frattempo, il Museo Marini - proseguono dalla minoranza - continua a essere chiuso, la biblioteca San Giorgio cade tristemente a pezzi, la promozione territoriale è totalmente sparita, la valorizzazione della cultura dal basso inesistente. È giusto che i pistoiesi conoscano le scelte della giunta Tomasi: la cultura su cui investire a spese dei contribuenti, a Pistoia, sono diventati Belpietro e Sallusti, la propaganda strumentale contro il green pass, gli attacchi alla magistratura. Non è questa la funzione pubblica che immaginiamo e prendiamo nettamente le distanze da una scelta come questa". 
E, come funziona nel fioretto, ad attacco segue parata e risposta: nella serata di ieri, venerdì 10 settembre, viene diffuso un comunicato in risposta dalla maggioranza, firmato da Fdi, Forza Italia - Centristi per l'Europa, Lega, Amo Pistoia: "Ci troviamo, ancora una volta, a leggere una breve nota social da parte del Partito Democratico - scrivono i partiti di maggioranza - che accuserebbe l’Amministrazione di fare “propaganda no vax” e “campagna elettorale”. A queste accuse scomposte e deliranti appare appena il caso di evidenziare che, naturalmente, questa Amministrazione, a differenza delle precedenti, abbia fatto del pluralismo culturale la propria cifra identificativa, concedendo spazi e patrocini ad organizzazioni di ogni sensibilità senza discriminazione alcuna con decine di manifestazioni all’attivo nonostante il momento delicato. Tutte svolte nella massima sicurezza".
"Probabilmente quello che manda in profonda crisi il Partito Democratico - replicano dalla maggioranza - è l'importante risposta di pubblico e stampa che le iniziative hanno riscontrato oltre alla caratura nazionale dei personaggi coinvolti. La vergognosa falsità delle accuse di propaganda “no vax” è confutata non solo dalla presenza del Professore Pregliasco all’evento organizzato dal Movimento Cristiano Lavoratori, unico evento informativo sul tema organizzato in città, ma anche e soprattutto dall’operazione meritoria che MCL sta portando avanti avendo trasformato la propria sede in un prezioso hub vaccinale, visitato, tra l’altro, anche dal Presidente Giani".
Lorenzo Vannucci
Lorenzo Vannucci

SPONSOR

In evidenza

'Italiani a Pistoia' fa litigare la politica: l'opposizione attacca la maggioranza, che risponde a stretto giro
'Italiani a Pistoia' fa litigare la politica: l'opposizione attacca la maggioranza, che risponde a stretto giro
'Italiani a Pistoia' fa litigare la politica: l'opposizione attacca la maggioranza, che risponde a stretto giro