PISTOIASETTE

Una grande Aglianese non basta: Urbeitis e Corado regalano il derby di Coppa alla Pistoiese

  • SPORT
  • 21:31, 28/08/22
  • di Gianmarco Cherubini

E' successo un po' di tutto, soprattutto nel finale, ma alla fine ha avuto la meglio la squadra più forte e più quotata: è la Pistoiese ad aggiudicarsi la sfida contro l'Aglianese, nel derby valido per il primo turno di Coppa Italia di Serie D. Pronostico rispettato dunque, ma quanta sofferenza per mister Cascione ed i suoi: c'è stato tanto equilibrio in campo, non tanto per demeriti degli arancioni ma piuttosto per merito dei neroverdi di mister "Ciccio" Baiano, alla prima uscita ufficiale di stagione. L'Aglianese ha fallito un rigore nel primo tempo e si è ritrovata subito in svantaggio dopo 35 secondi nella ripresa, non ha mollato nemmeno dopo il meraviglioso raddoppio di Corado e nei minuti di recupero ha incredibilmente trovato l'1-2 ed il 2-2 in poco tempo, ma il secondo gol di Mirval è stato annullato. Bene l'Aglianese dunque; dal canto suo la Pistoiese non convince del tutto: manovra troppo lenta e poco incisiva, qualche errore difensivo e difficoltà a gestire i finali; ma ci sarà tempo per lavorarci su ed in fondo è arrivata una vittoria importante che fa sempre morale per il gruppo, oltretutto in un derby che non si giocava da 18 anni. Certamente non stiamo parlando di una delle rivalità più sentite in casa arancione: c'è un enorme differenza di storia e di blasone, i due club non si sfidano ufficialmente da quasi vent'anni ed i cori "contro" degli ultras sono fin da subito indirizzati verso altre latitudini, precisamente quelle pratesi. Ma in fondo un derby è un derby e, visto che c'è pure una posta in palio importante come il passaggio del turno di Coppa in partita secca, di sicuro grande spirito agonistico da entrambe le parti. I neroverdi di mister "Ciccio" Baiano, in tenuta da gioco 'total-black', si presentano al Melani con una difesa a tre; schema simile per Emmanuel Cascione che, come la scorsa settimana, parte con un'iniziale 4-4-2 ma schierando una formazione profondamente modificata rispetto a quella vista col Ponsacco. Prima occasione, anche abbastanza ghiotta, per la Pistoiese dopo nove minuti con Giustarini che, ritrovatosi quasi davanti al portiere, spedisce a lato con un tocco d'esterno; si vede però una buona Aglianese che con carattere regge molto bene il possesso orange e si fa pure vedere in avanti con una conclusione da lontano di Vassallo al minuto 20. Evangelista prova a scuotere i suoi dal torpore con un tiro potente da fuori e nonostante la parata sembra che la Pistoiese abbia trovato il modo di sottomettere l'avversario: invece arriva un imprevisto inatteso. Basani stende Vassallo ed è rigore per l'Aglianese al 29', ma lo stesso centravanti si fa parare il penalty da Kajus Urbeitis, il nuovo portiere arancione di nazionalità lituana. Ci riprovano ancora gli ospiti con Grilli, a cui risponde Di Biase: per due volte il classe 2005 non aggancia per poco il pallone sul cross dalla sinistra. L'undici di mister Cascione riaccende la lampadina nel finale e chiude in crescendo il primo tempo, sfiorando il vantaggio con Biagioni su corner: si va però al riposo sullo 0-0 e l'impressione è che serva una Pistoiese più cattiva perché sarà complicato piegare un avversario che in veramente pochi si aspettavano così coriaceo e ben impostato dal punto di vista tecnico. Serve un episodio per sbloccarlo ed è quello che accade alla prima azione della ripresa: su un cross lungo dalla destra Barzotti la rimette in mezzo dalla destra, Di Biase tenta un goffo colpo di tacco ma una deviazione di Pantano mette fuori gioco il portiere Spurio (arrivato nemmeno 48 ore a fa ad Agliana dal Modena) e la palla entra in rete in maniera improbabile. Festeggia con le braccia alzate l'intraprendente ragazzo, anche se l'1-0 non verrà conteggiato come il suo primo goal tra i grandi essendo stato registrato dall'arbitro come autorete. Forse però è ancora un po' presto per dire che si è messa in discesa per i padroni di casa: una punizione ben eseguita da Veneroso al 57' costringe ad un miracolo l'estremo difensore, ancora più provvidenziale il salvataggio sulla linea di Viscomi. È però sempre il numero 31 orange a farsi rubare palla da Mariani, ma il suo tiro è un lento rasoterra facile da neutralizzare. Torna ad attaccare la Pistoiese, che cerca di contollare: Barzotti allarga per Sighinolfi che calcia a portiere quasi battuto, stavolta sono i neroverdi a salvarsi sulla linea con Prati. Passano i minuti e gli uomini di Baiano provano a spingere per il pareggio: dopo un'incursione in area non riuscita di Mariani, il tiro-cross di Baggiani spaventa il Melani; ci prova anche Torrini di testa ma invano. All'87' Mattiolo pesca Mirval che supera il difensore in corsa, il portiere Urbeitis è però ancora decisivo (per distacco il migliore in campo). E' qui che si decide il match, perché sulla successiva azione Corado, dopo un colpo di testa sbagliato, si ritrova la palla sui piedi e scaglia in porta al volo da posizione ravvicinata ma estremamente angolata: 2-0. Si canta già vittoria sugli spalti, Mirval peò trova su lancio di Grilli una rete al 92' che rimette tutto in discussione. A pochi secondi dalla fine succede l'incredibile: la possente punta guadalupense gela tutti con una clamorosa doppietta arrivata dopo una mischia in area, ma è carica sul portiere e la sfida termina pochi secondi dopo sul 2-1 per gli arancioni. Un finale veramente incredibile: beffa per una buonissima Aglianese, a festeggiare è la Pistoiese. 

INTERVISTE

Emmanuel Cascione (allenatore Pistoiese): "Rispetto al Ponsacco ci sono stati dei cambiamenti, nonostante ciò sono rimasto contento della squadra, abbiamo trovato le distanze giuste; peccato perché una singola disattenzione ha riaperto tutto. E' stata una partita dura e bella contro un'ottima squadra, siamo stati maturi. Nel rimo tempo eravamo un po' lenti, nel secondo siamo stati più aggressivi. Sono contento dello spirito con cui abbiamo giocato. L'umiltà e la sofferenza devono essere alla base del nostro gruppo ed è quello che voglio sempre vedere: troveremo campi più difficili di questo, quindi dobbiamo sempre badare al sodo. Abbiamo sofferto la loro velocità nelle ripartenze, ma era una partita di sacrificio e l'abbiamo fatta. Dobbiamo migliorare su alcune cose: per esempio facciamo fatica a trovare spazi quando le difese avversarie si chiudono; dobbiamo migliorare anche sulla fase di non possesso".

Kajus Urbeitis (portiere Pistoiese): "Sono contento della prestazione della squadra e della mia personale. Sul rigore abbiamo analizzato in settimana il giocatore che avrebbe tirato in caso di rigore (Vassallo), alla fine però si tratta anche di fortuna. Secondo me siamo pronti come squadra e come gruppo, ci sono piccoli dettagli ancora da sistemare; soprattutto dobbiamo migliorare negli ultimi 20 minuti".

Gaston Corado (attaccante Pistoiese): "Tutti gli attaccanti amano il goal, però voglio che quelli importanti arrivino quando conta, cioè in campionato; ma sono contento. Com'è nato il gol? Ho visto che la squadra andava in contropiede e così ho attaccato il primo palo, dopo il cross non avevo altro da fare che tirare, ho calciato forte da posizione difficile ed è andata bene".


TABELLINO

PISTOIESE: Urbeitis, Basani, Viscomi, Biagioni, Arcuri, Caponi, Evangelista (85' Florentine), Di Biase (75' Davì), Zini (59' Sighinolfi), Giustarini (59' Macrì), Barzotti (75' Corado). A disposzione: Magri, Di Matteo, Merluzzi, Rodi. Allenatore: Emmanuel Cascione

AGLIANESE: Spurio, Baggiani, Pantano, Remedi (88' Bertelli), Prati, Grilli, Bigica (64' Torrini), Perugi, Mariani (88' Romani), Vassallo (64' Mirval), Veneroso (64' Mattiolo). A disposzione: Luci, Ferrarese, Fiaschi, Olivieri. Allenatore: Francesco Baiano

Marcatori: 46' aut Pantano (A), 87' Corado (P)

Arbitro: Edoardo Manedo Mazzoni, sez Prato (assistenti: Bertelli - Scipione)

Note: al 29' Vassallo (A) si fa parare un calcio di rigore




Gianmarco Cherubini
Gianmarco Cherubini

SPONSOR

In evidenza

Una grande Aglianese non basta: Urbeitis e Corado regalano il derby di Coppa alla Pistoiese
Una grande Aglianese non basta: Urbeitis e Corado regalano il derby di Coppa alla Pistoiese
Una grande Aglianese non basta: Urbeitis e Corado regalano il derby di Coppa alla Pistoiese