PISTOIASETTE

Buona prestazione dell'Atletico Pistoia Calcio a5, ma al debutto i tre punti vanno al Calenzano

  • SPORT
  • 10:06, 24/09/22
  • di Gianmarco Cherubini

Comincia con una sconfitta per 7-4 la stagione in Serie C2 dell’Atletico Pistoia. Gli uomini dell’allenatore Damiano Palma escono dal palasport di Calenzano a testa alta da questa gara: dopo un ottimo e promettente avvio i biancorossi vengono rimontati prima dell’intervallo dalla Folgor Calenzano, rientrano bene dall’intervallo dove trovano il pareggio ma poi subiscono un parziale a sfavore che decide la partita. Onestamente però non ci sono troppi rimpianti su questo risultato: l’Atletico ha fatto vedere cose interessanti e non si è dimostrato inferiore ad un rivale che stando agli addetti ai lavori è uno dei più forti di questo torneo; probabilmente la sconfitta è arrivata per qualche errore di troppo che è stato pagato in maniera molto salata, ma è anche normale che succeda ad una rosa nuova con tecnico nuovo, specie se contro una formazione più rodata. Siamo solo alla prima giornata e quindi c’è tantissimo tempo per limare i dettagli e tirare fuori tutto il potenziale dei calciatori, con la tranquillità di non essere obbligati a fare risultati e con la spensieratezza che contraddistingue questi ragazzi.

Inizia dunque il cammino dell’Atletico Pistoia in questo campionato di Serie C2 gruppo B, un campionato in cui ci si attendono grandi battaglie, goal ed emozioni. Si parte subito in quarta: la prima partita vede come avversari nel loro campo una delle avversarie più forti del girone: la Folgor Calenzano, che l’anno scorso sfiorò la promozione nella categoria superiore. Gli ospiti guidati in panchina da Palma sono stasera in tenuta gialla, in rosso invece i locali che mettono a referto il primo tiro in porta con Porcello. Sono però i pistoiesi ad approcciare meglio l'incontro e al minuto 6 trovano subito l'1-0 con un potente tiro rasoterra di Brunelli che passa sotto le gambe del portiere. Nei primi 5-10 minuti di partita sicuramente gioca meglio l'Atletico, entrato dentro con 'cattiveria' e personalità: ci sono molte occasioni, per la maggior parte da fuori area, ed il vantaggio è meritato. Ci mette un po' ad entrare in partita ma, una volta trovato il pareggio al 10' con Porcello, il Calenzano inizia a carburare e ribalta l'inerzia della sfida; al 18' infatti il risultato si capovolge grazie al colpo di testa di Esposito sul gran lancio di Pane. Nella squadra di casa ben figurano Porcello con la sua velocità nelle incursioni e capitan Tarli con le sue geometrie e la sua esperienza. L'impressione è che il campo di dimensioni ristrette favorisca un Calenzano abituato a queste condizioni, ma l'Atletico non demorde e chiude in crescendo il suo buon primo tempo con Brunelli e soprattutto Doda sempre molto pericolosi. Sono proprio loro ad orchestrare l'azione ad inizio ripresa che porta al goal del pareggio firmato dal giovanissimo classe 2001 Senesi, entrato benissimo in campo nel secondo tempo e subito premiato; peccato per gli ospiti che la gioia duri poco perché arriva subito il 3-2 Calenzano con la botta da fuori area di Pane (non benissimo il portiere, sin qui provvidenziale). Qui la partita cambia: resta l'equilibrio nella quantità di azioni costruite, ma il Calenzano difende bene a uomo e non fa girare ed avanzare gli ospiti, che dal canto loro lasciano troppi spazi in difesa. Approfittando di questi errori e grazie anche alle discrete qualità tecniche dei propri giocatori arrivano così le tre reti che di fatto chiudono i giochi: il 4-2 di Tarli al 17' su sfortunata deviazione di Brunelli, il 5-2 con esultanza liberatoria di Esposito al 20' (Esposito in precedenza si era salvato da una clamorosa autorete che avrebbe riaperto tutto) e la punizione del 6-2 al 22' di Pane. Con un tocco di gran classe e sfruttando la lunga rimessa del portiere arriva la rete con cui Corsini riaccende le piccole residue speranze pistoiesi. L'Atletico attacca a testa bassa, ha varie chances, colpisce una traversa, dimostra buona personalità e voglia di non mollare; ma si limita solo a tiri da fuori area senza avvicinarsi troppo alla porta. Si avvicina fin troppo la squadra avversaria che approfittando di buchi nella linea difensiva porta Porcello a siglare il 7-3 dopo un rapido scambio di passaggi con Lao. Arriva troppo tardi per i biancorossi l'espulsione per salvataggio di mano sulla porta di Moruzi e nemmeno i tiri liberi di Coletta e Doda hanno buon esito. Coletta però si riscatta nell'ultimissima azione trovando a porta sguarnita il 7-4 su un'altra super invenzione di Senesi, resta dunque questo il risultato finale. L'Atletico se l'è giocata alla pari per vari tratti di gara con una delle formazioni più temibili del campionato, ma ha anche fatto intravedere alcune lacune in difesa ed in fase di costruzione e realizzazione delle azioni: in ogni caso non si torna a Pistoia troppo delusi, si sapeva che c'era subito un test molto difficile e bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno. Prossimo impegno: venerdì 30 settembre al PalaFornaci contro l'insidioso San Giusto.

TABELLINO

FOLGOR CALENZANO – ATLETICO PISTOIA 7-4 (2-1)

FOLGOR CALENZANO: Orlando, Moruzi, Giuliano, Esposito, Bruni. Porcello, Lao, Aiazzi, Tarli, Pane. Allenatore: Daniele Gesualdi

ATLETICO PISTOIA: Doda, Capecchi, Di Girolamo, Corsini, Mariucci, Turchetti, Perra, Coletta, Senesi, Vannucci, Brunelli, Montaleni. Allenatore: Damiano Palma

Marcatori: 10’pt, 27’st Porcello, 18’pt, 20’st Esposito, 5’st, 22’st Pane, 17’st Tarli (FC); 6’pt Brunelli, 4’st Senesi, 24’st Corsini, 30+2’st Coletta (AP)

Arbitro: Alberto Giovanni Meoni, sez Viareggio

Gianmarco Cherubini
Gianmarco Cherubini

SPONSOR

In evidenza

Buona prestazione dell'Atletico Pistoia Calcio a5, ma al debutto i tre punti vanno al Calenzano
Buona prestazione dell'Atletico Pistoia Calcio a5, ma al debutto i tre punti vanno al Calenzano
Buona prestazione dell'Atletico Pistoia Calcio a5, ma al debutto i tre punti vanno al Calenzano