PISTOIASETTE

Di Biase fenomenale e difesa micidiale: Pistoiese corsara in Emilia

  • SPORT
  • 16:53, 20/11/22
  • di Gianmarco Cherubini

Da tempo non si viveva una settimana così positiva per i colori arancioni. Martedì era infatti arrivata la decisione di non omologazione e ripetizione di Pistoiese – Forlì 0-2, oggi invece la squadra allenata da Luigi Consonni va a vincere in trasferta piegando il Lentigione per 1-0 con la rete del non ancora 17enne Gianmarco Di Biase, che si rende ancora decisivo grazie alla sua terza marcatura in stagione e che di fatto è il protagonista assoluto di questo girone d’andata. Contemporaneamente a questo risultato si consuma il pareggio della Giana a Scandicci ed ora il distacco dalla capolista è di 6 lunghezze (virtualmente 3 considerando l’incontro da ripetere).Tante buone notizie che stanno aiutando la Pistoiese ad uscire dal periodo buio in cui si era cacciata e vista questa performance, soprattutto di una difesa che dati alla mano resta la migliore del campionato, si può pure sperare in meglio. Il successo odierno è ingigantito dal valore dell’avversario: l’Immergas Green Arena di Sorbolo (RE) è uno dei campi più insidiosi della Serie D, questa è la casa di una delle società decane di questa categoria che spesso è stata nelle stagioni scorse ai piani alti, arrivando non troppo lontano dalla promozione. L’annata corrente per il Lentigione però non è stata fino a qui piena di successi, i gialloblu sono rimasti bloccati in zona playout e vogliono assolutamente risalire per tornare lassù dove ci eravamo abituati a vederla; in un certo senso ci sono delle somiglianze con la stagione della squadra di mister Luigi Consonni, entrambe hanno avuto una partenza falsa e devono rimediare il prima possibile. Ci si immaginava quindi una sfida dura e complicata, ma le cose si fanno subito più facili dopo nemmeno cinque minuti: avanza Macrì sulla fascia sinistra, il numero 10 vede Di Biase correre verso l’area e lo serve con un cross al centro su cui lo stesso Di Biase arriva prima del difensore per poi battere il portiere in scivolata. Non finisce più il momento magico della piccola stellina arancione, ormai specialista dei goal nel primo tempo: speriamo che i club professionistici non provino a portarlo via da Pistoia visto che questo ragazzo può diventare tra i più importanti in futuro per il club. I padroni di casa ci mettono un po’ ad entrare in partita, ma intorno al quarto d’ora di gioco salgono in cattedra nel corso del primo tempo senza però creare occasioni troppo pericolose per la porta orange difesa oggi dal classe 2004 ex-giovanili dell’Inter Andrea Magri (il lituano Urbietis, titolare tra i pali, è oggi infortunato). La Pistoiese resta calma di fronte alla battaglia scatenata dal Lentigione, anzi gestisce abbastanza facilmente il risultato: d’altronde andare subito avanti aiuta sempre ad approcciare bene la partita ed a controllare la fase offensiva e difensiva con tranquillità. Ci potrebbe essere il raddoppio al minuto 29 con Barzotti, che però calcia malamente a lato dopo la serpentina del solito immarcabile Macrì. Una chance al 38’ c’è anche per i locali, ma il pericolosissimo tiro-cross è respinto sulla linea da Arcuri. Si rientra in campo dopo l’intervallo col punteggio ancora di 1-0 arancione e la previsione è di vedere un copione simile al primo tempo, con la Pistoiese che cerca di controllare il ritmo ed il Lentigione che prova a rovinare i loro piani spingendosi in avanti con tanta foga. La ripresa inizia in effetti allo stesso modo della prima frazione, ovvero con una super-palla goal: dopo l’azione di Barzotti è Pertica a ritrovarsi da buona posizione ed a poter calciare, il tiro però attraversa tutto lo specchio della porta ed esce di un nulla a lato. Un vero peccato, ma l’undici di Luigi Consonni non si scompone e continua a tenere sotto controllo i sempre frenetici tentativi di creare occasioni da parte dei giocatori locali, guidati in panchina da Paolo Beretti. In generale ne viene fuori una partita strana e non molto spettacolare, ci sono molti duelli e contrasti (senza comunque che la correttezza tra le squadre venga meno) ma di emozioni se ne vedono onestamente poche. Tutto ciò fa il gioco della Pistoiese, ma i suoi non pochi supporters arrivati in Emilia dovranno soffrire fino all’ultimo insieme ai propri beniamini: col passare del tempo appare evidente che gli ospiti si stanno chiudendo lentamente nella propria area a difesa del risultato. I padroni di casa però non trovano spazi in area e tutte le innumerevoli palle lunghe sono spazzate via di testa dai difensori toscani, tant’è vero che nonostante un lungo assedio finale non arriveranno mai a fare un singolo tiro in porta. Dopo tanta sofferenza arriva così il fischio finale del signor Dini di Città di Castello, arrivato in loco all’ultimo in sostituzione del collega designato che si è ammalato; ed è il momento di tirare un lungo sospiro di sollievo: un altro passo sulla strada della crescita e della difficile rimonta è stato fatto, ora la Pistoiese può festeggiare con i propri sostenitori e tornare a casa soddisfatta ma con la testa già al prossimo impegno in casa contro il Corticella, altra formazione molto giovane ed in cerca di punti salvezza.

TABELLINO

LENTIGIONE – PISTOIESE 1-0 (1-0)

LENTIGIONE: Marconi, Formato, Panzacchi, Muro (62’ Bertolotti), La Vigna, Sabotic, Moretti (83’ Micheal), Cortesi (74’ Iodice), Rossini (62’ Lattarulo), Rossi (46’ Bonetti). A disposizione: Lugli, Tarantino, Ofoasi, Farinelli. Allenatore: Paolo Beretti

PISTOIESE: Magri, Arcuri, Davì, Viscomi, Pertica, Caponi, Mehic (62’ Benassi), Sighinolfi, Barzotti (85’ Citro), Macrì (80’ Urbinati), Di Biase. A disposizione: Vassallo, Basani, Florentine, Evangelista, Ortolini, Ennasry. Allenatore: Luigi Consonni

Marcatori: 5’ Di Biase (PT)

Arbitro: signor Matteo Dini, sez. Città di Castello (assistenti: Riganò – Cavallaro)

Gianmarco Cherubini
Gianmarco Cherubini

SPONSOR

In evidenza

Di Biase fenomenale e difesa micidiale: Pistoiese corsara in Emilia
Di Biase fenomenale e difesa micidiale: Pistoiese corsara in Emilia
Di Biase fenomenale e difesa micidiale: Pistoiese corsara in Emilia