PISTOIASETTE

Herons corsara a Borgomanero! La squadra è l'ingrediente segreto di questa FABO (61-75)

  • SPORT
  • 21:06, 04/12/22
  • di Alberto Maria Cambuli

CCB Borgomanero-FABO Herons: 61-75

Parziali (19-32; 15-12; 12-12; 15-19)


La Herons sbanca Borgomanero per 61-75 e inizia a dare prova della grande solidità che tutti si aspettavano da inizio anno. I giovani ragazzi di Di Cerbo hanno provato a tenere testa ai rossoblù, senza tuttavia mai riuscire ad impensierire gli aironi, salvo qualche minuto del terzo periodo. La verità è che la squadra di Barsotti sta diventando una realtà scomoda per il Girone A di Serie B e la coppia neo arrivata Arrigoni-Chiera ne è l'esempio più evidente, connubio di talento ed esperienza, ingredienti che si sono fatti sicuramente sentire nella prima parte dell'anno. 

L'asse dei nuovi funziona subito bene in casa Herons, essendo proprio Arrigoni su assist di Chiera a sbloccare la gara. Sempre il numero 20 ardeide finisce per essere tra i più in forma del match. Il buon inizio di Montecatini è suggellato dalla tripla perfetta dall'angolo mancino di Giancarli per il 5-11 termale in casa Borgomanero. Longo prova a rispondere ai ragazzi di Barsotti, ma l'airone è molto bravo a capitalizzare tutto, regalando il massimo rossoblù sul +11 dopo un bel recupero e contropiede di capitan Natali. Ottima partita degli aironi soprattutto in terra offensiva, quando Giannini muove per l'ennesima volta la retina dall'arco, aumenta il miglior parziale di distanza dei suoi a quota +14 e fa scrivere a referto ben 30 punti per i toscani. 19-32 quindi il primo parziale della partita tra i giovani ragazzi di Borgomanero e la corazzata in maglia FABO. 

Parte anche il secondo tempino e Montecatini riprende da dove ha lasciato, cercando di approfittare della poca organizzazione difensiva in transizione dei piemontesi. Giannini è in forma stasera e lo dimostra il bel canestro su assist di Adeola, anche lui molto bene nei primi minuti della gara. Anche Chiera però dimostra di essere un gran conoscitore della categoria e segna ancora per la Herons, adesso a quota +16 dopo poco più di due minuti dall'inizio della frazione: 23-39 al Paladonbosco. I ragazzi di Barsotti inoltra stanno trovando tantissime soluzioni da lontano che hanno consegnato un ingente vantaggio e ben 41 punti in soli 15 minuti. Benzoni super prima dell'intervallo e CCB che si riavvicina agli ospiti sul 34-44 dopo i primi venti minuti del match.

Il terzo quarto riparte sulle ali del sempre verde Lorenzetti, bravo a farsi sentire in area, prima di tanti errori da ambo i lati del campo. A far cessare il pessimo trand che sta prendendo la partita è Benzoni dall'arco lontano su assist di Loro. 37-46 il parziale dopo appena tre minuti del match. Se Borgomanero si è risvegliata al tiro, non è lo stesso per la FABO, rimasta a secco dal tiro di Lorenzetti. A sbloccare i rossoblù ci pensa Dell'Uomo dal tiro libero e Bechi dall'area piccola. Il buon momento ardeide continua sulle ali del calabrese rossoblù, ancora a referto con l'arresto e tiro del +15 degli aironi, mai così avanti dalla prima parte del match. Gli uomini di Barsotti sembrano infatti aver ritrovato la chimica giusta dei primi due quarti, mancata nell'ultima parte del secondo tempino e l'inizio di quello corrente. A Dragonara risponde il guerriero Lorenzetti, ma è ancora il play di casa a perforare la retina dalla distanza e a rimettere in carreggiata i piemontesi, comunque distanti, ma almeno ravvicinati a distanza di -10. Torna a farsi sentire anche Giannini, autore di un'ottima prova nel primo tempo, portando la Herons a 56 punti. Il tecnico rimediato dalla squadra di Barsotti tuttavia porta ancora Fragonara ai liberi che segnano il risultato dei primi 30 minuti. Herons ancora avanti al Paladonbosco per 46-56. 

Come per il terzo, anche l'ultimo quarto del match non è proprio sinonimo di qualità e spettacolo. A sbloccarlo ci pensa ancora Borgomanero grazie a Piscetta e il sudore sul volto dei termali si fa sentire sul tiro realizzato da Ghigo. 50-56 il punteggio tra piemontesi e toscani. A questo punto sale in cattedra l'esperienza della new entry, Marco Arrigoni, bravo a segnare un arresto e tiro a metà quarto per riconsegnare ossigeno a Barsotti e i suoi: +8 FABO. I padroni di casa smettono di segnare e questo facilità ulteriormente il compito degli ardeidi che tornano a volare sul +13 sul libero di capitan Natali. Non smettono di stupore gli aironi, trovando anche in Bechi un fido scudiero per l'eroe Lorenzetti, tirannico a trascinare i suoi sul +19, massimo vantaggio di serata, a meno di 3 minuti dal gong finale. La partita è quindi chiusa, nonostante qualche canestro per onorare fino alla fine la partita. Vince la Herons, la seconda vittoria consecutiva per 61-75 dopo 40 minuti di dominio assoluto. 

CCB Borgomanero: Benzoni 14, Pettinaroli, Piscetta 7, Ghigo 2, Attademo 13, Cecchi ne, Manto ne, Loro 6, Longo 3, Pozzato, Fragonara 14, Ferrari 2. All. Di Cerbo

FABO Herons: Natali 9, Giancarli 5, Chiera 7, Giannini 9, Arrigoni 13, Bechi 11, Laffitte, Lorenzi ne, Cei ne, Lorenzetti 12, Dell’Uomo 8, Adeola 1. All. Barsotti


Alberto Maria Cambuli
Alberto Maria Cambuli

SPONSOR

In evidenza

Herons corsara a Borgomanero! La squadra è l'ingrediente segreto di questa FABO (61-75)
Herons corsara a Borgomanero! La squadra è l'ingrediente segreto di questa FABO (61-75)
Herons corsara a Borgomanero! La squadra è l'ingrediente segreto di questa FABO (61-75)