PISTOIASETTE

Arriva dalla B2 la seconda regista della Bluvolley

  • SPORT
  • 13:05, 15/07/20
  • di redazione
  • Letto 185 volte

La BluVolley ha la seconda palleggiatrice!

Sofia Iani, classe 2001, ha detto sì. La regista spezzina farà coppia con Bacciottini.

Sofia, parlaci di te...

“Ho iniziato a giocare a sei anni e da lì non ho più smesso. Sono di La Spezia e nonostante la piccola realtà pallavolistica sono riuscita anche in Liguria a togliermi delle soddisfazioni. 

Con la squadra con cui sono cresciuta ho condiviso tanto e molte esperienze tra cui arrivare alle finali under 16! dopo un anno di u18 e serie C, mi sono trasferita a modena dove ho fatto l’ultimo anno di U18 eccellenza e sempre la Serie C. È stato un anno di svolta soprattutto grazie all’allenatore Roberto Bicego, ora all’Anderlini. La passata stagione ho giocato in B2 in Villa D’oro , un must per i modenesi. Ho potuto confrontarmi con giocatrici di altissimo livello che mi hanno aiutato a crescere notevolmente, raggiungendo insieme una promozione in B1”.

Quanta voglia hai di ricominciare a giocare?

“Non aspettavo altro da 5 mesi! mi mancava qualsiasi minimo particolare di questo sport: dalle partite del sabato al passare le serate in palestra rinunciando a eventi con gli amici. la pallavolo é davvero una parte di me , spero di riuscire a recuperare al più presto tutto ciò per cui ho lavorato soprattutto quest’anno”. 

Perchè hai scelto la Bluvolley?

“La BluVolley é una società molto seria e con grande ambizioni, penso mi rispecchi un po’ nel mio piccolo. Inoltre potersi confrontare con giocatrici di questo calibro penso che più di tutto porti a una crescita personale e a superare i propri limiti”.

Farai coppia con Barbara Bacciottini...

“Ho visto il suo percorso e vorrei un giorno di riuscire a replicarlo in qualche modo, soprattutto l’esperienza all’estero! cercherò di imparare il più possibile da lei!”

 Aspettative?

“Non voglio farmene, uno dei miei idoli più grandi (Kobe Bryant) ha detto che le aspettative ti schiacciano,  bisogna nel gioco recuperare l’istinto che si aveva quando eravamo  bambini. 

Devo ammettere però che come tutti i giocatori ambisco  al meglio di quello che si potrà fare, diciamo che riprovare la soddisfazione di una promozione sarebbe fantastico, per superstizione non diciamo altro...

non ho mai giocato in una squadra toscana ma le ho incontrate troppe volte e non è mai stato piacevole! Sono felice finalmente di farne parte, anche perché le mie origini sono proprio di queste terre”.

redazione
Arriva dalla B2 la seconda regista della Bluvolley
Arriva dalla B2 la seconda regista della Bluvolley
Arriva dalla B2 la seconda regista della Bluvolley