PISTOIASETTE

Pistoia è titanica a Capo d’Orlando: vittoria eroica in sette uomini (77-80)

  • SPORT
  • 13:53, 06/03/22
  • di Alberto Maria Cambuli

Infodrive Capo d’Orlando-GTG Pistoia: 77-80

Parziali (16-19; 17-19; 20-18; 24-24)

Al PalaFantozzi di Capo d’Orlando va in onda il lunch match della ventiduesima giornata del Girone Verde di A2 tra i siciliani e la Giorgio Tesi Group. Pistoia è alla caccia di una vittoria importante per la classifica e sognare di poter ancora agganciarsi alla corazzata Udine con lo scopo di allontanarsi anche dai rivali di Cantù. Una partita tosta, assolutamente da non prendere sottogamba nonostante l’andata ampliamente dominata dai toscani; i padroni di casa sono guidati dal miglior realizzatore del campionato, un certo Nick King con 20,2 punti di media e il 46% dal campo. È altresì vero che di fronte ai terminator biancorossi c'è la seconda peggior difesa dopo Bakery Piacenza, l’Infodrive si trova invece ad affrontare la seconda migliore, la Giorgio Tesi. Inoltre i ragazzi di coach Cardani non vincono dal 30 gennaio con Biella, poi solo sconfitte contro le ‘grandi’ Torino, Treviglio, Cantù e Udine. Purtroppo Pistoia deve subire anche la sfortuna a causa dell’assenza degli influenzati Saccaggi, Divac e Allinei; assenze pesanti che riducono le rotazioni per coach Brienza e il suo staff.

Cardani approccia la gara con King, Mack, Vecerina, Poser e Diouf; Brienza risponde con Della Rosa, Riismaa, Utomi, Wheatle, Magro.

Si parte! Polveri bagnate nei pressi del PalaFantozzi con le due formazioni che non riescono ad incidere come vorrebbero in zona offensiva. Dal niente sbuca Riismaa con la sua specialità: bomba perfetta dall’arco lontano. King invece mostra i muscoli per l’Infodrive grazie ad una penetrazione molto aggressiva. Ma il pitturato quest’oggi è cosa biancorossa: Utomi si muove con le spalle, infilando il -1 toscano. Wheatle è magico in area grazie all’uso sopraffino del perno. Carl ma cosa fai? Il 24 biancorosso si alza dalla linea lontana e infila un tiro assolutamente fuori dal suo repertorio. Grandissima partenza dall’ala grande di Brixton. Anche Del Chiaro alza la parabola dalla media, ma questo sì che è del suo repertorio. Fine dei primi dieci minuti sul 16-19 toscano.

Via al secondo tempino. Davis time al PalaFantozzi! Due su due dall’arco dei tre punti e Pistoia inizia a volare col massimo vantaggio aggiornato a +7. Utomi finta su Vecerina che si fa ingannare e il 4 biancorosso appoggia liberissimo il 18-27 ospite. Pistoia sta dominando in questa parte di gara grazie soprattutto ad una Infodrive molto confusionaria nella gestione della sfera in attacco. Del Chiaro sbaglia ma l’altra torre Magro appoggia a tabella altri due preziosi punti biancorossi. Davis è una furia in Sicilia: altra bomba per la guardia biancorossa che fa alzare tutta la panchina di Brienza. La chiave della partita è l’area piccola dove ancora Del Chiaro appoggia il tap-in dopo un errore di Wheatle: 30-36 il punteggio. Davis s’incunea tra gli spiragli difensivi dei padroni di casa e realizza ancora per Pistoia l’undicesimo sigillo a fila di quarto. Mica male Gage!

Tutti all’intervallo. Pistoia conduce 33-38 a Capo d’Orlando. Brienza e i suoi ragazzi hanno condotto bene il match grazie a pochissime sbavature su entrambi i lati del parquet. Le assenze si fanno sentire eccome per i biancorossi perché è vero che Brienza è riuscito come sempre a metterci una pezza, ma il vantaggio ospite poteva essere ancora più largo per quello che si è visto in campo. L’Infodrive sente la mancanza tangibile di King che ancora non ha sfoderato tutte le sue carte con soli 8 punti e 3 liberi sbagliati. Dall’altra parte la Giorgio Tesi ha condotto un ottimo primo quarto grazie alle marcature di tutto il roster, Wheatle su tutti, poi la ciliegina delle giocate di Davis, che ha segnato 11 punti nel solo secondo tempino, ha fatto il resto. La partita è però ancora lunga e Pistoia dovrà sudare molto per portare in via Fermi i 2 punti.

Si torna in campo. Capo d’Orlando parte fortissima e pareggia subito i conti a 38 grazie ad un parziale di 5-0, lasciando a bocca aperta Brienza e soci. Pistoia è fredda e veterana però. Infatti torna subito con la testa sul parquet, andando a dominare l’area con un contro parziale di 8-0 tutto biancorosso. Magro oggi domina tutto quello che trova: perno formidabile nel pitturato e altri due punti per lui. Capo d’Orlando non riesce a reagire e la partita sembra stia iniziando a pendere dalla parte della formazione toscana, dopo troppe soluzioni concesse dalla difesa sicula. Detto, non fatto. Pistoia infatti inizia a sentire il fiato corto dopo alcuni errori in zona offensiva che rimettono i padroni di casa in partita a -1. Alla fine due liberi di Utomi fanno respirare la Giorgio Tesi, congelando il tabellone sul 53-56. Sarà il quarto periodo a decretare il vincitore di un tira e molla duro ed estenuante.

Via agli ultimi dieci minuti. Wheatle fa il fenomeno con un gran canestro ma Traini riesce a pareggiare subito, grazie ad un parziale personale di 5-0. Utomi galattico al PalaFantozzi! Un canestro in fade away fondamentale della guardia biancorossa torna a far ruggire Pistoia dopo attimi di magra al tiro. La partita però è punto a punto: Vecerina si inventa la penetrazione con fallo del sorpasso sul 61-60. Ancora Utomi fa rivedere la luce per la Giorgio Tesi con un altro fade away, marchio di fabbrica del sergente. Però a far impazzire i tifosi della Baraonda presenti al PalaFantozzi è la tripla sanguinosa di capitan Della Rosa per il +4 biancorosso. Anzi scusate. È Riismaa a mandare tutti all’ospedale con una tripla con fallo importantissima per gli ospiti: +7 ospite. Ormai la sagra della tripla è servita: anche Wheatle si alza al cielo, infilando un altro canestro cruciale per i biancorossi. King fa 4-0 rimettendo l’Orlandina vicinissima agli ospiti, troppo spreconi nelle ultime azioni offensive. Magro si inventa assistman, servendo un gran pallone a Wheatle che schiaccia. La partita è tesa al massimo, col PalaFantozzi che prova a trascinare l’Infodrive in quello che sarebbe un’impresa vera. I siciliani riescono nel sorpasso ma la Giorgio Tesi riesce a rispondere dalla linea dei liberi prima con Riismaa, poi con Wheatle: 75-78 al PalaFantozzi.

Ed è game over! Pistoia batte Capo d’Orlando 77-80 dopo una guerra lunga ed estenuante. Brienza sorride grazie ad una prova eroica dei suoi ragazzi dopo le assenze pesanti e si porta a casa 2 punti d’oro per il piazzamento in classifica. MVP del match Carl Wheatle trascinatore dei suoi in ogni zona del parquet. Determinanti i suoi 19 punti e il solito preziosissimo apporto difensivo.

Infodrive Capo d’Orlando: King 18, Mack 15, Lagana ne, Poser 15, Teirumnieks, Vecerina 12, Bartoli 2, Telesca, Traini 10, Reggiani 3, Diouf. All. Marco Cardani

GTG Pistoia: Brunetto, Davis 13, Utomi 17, Wheatle 19, Magro 8, Del Chiaro 6, Della Rosa 5, Riismaa 13. All. Nicola Brienza


Foto di repertorio di Elena Meoni

Alberto Maria Cambuli
Alberto Maria Cambuli

SPONSOR

In evidenza

Pistoia è titanica a Capo d’Orlando: vittoria eroica in sette uomini (77-80)
Pistoia è titanica a Capo d’Orlando: vittoria eroica in sette uomini (77-80)
Pistoia è titanica a Capo d’Orlando: vittoria eroica in sette uomini (77-80)