PISTOIASETTE

Via alla prima edizione del Quarrata World Music

Sul palco Peppe Servillo & Solis String Quartet e Francesco Di Bella con Alfonso Bruno

Al via venerdì 24 giugno alle ore ore 21 la prima serata della prima edizione del Quarrata World Music che si terrà nel Prato dei ciclamini della Villa Medicea La Magia. Il compito di aprire la rassegna spetterà a Peppe Servillo con “Carosonamente!”. Servillo e i quattro maestri del Solis String Quartet (Vincenzo Di Donna, Luigi De Maio, Gerardo Morrone, Antonio Di Francia) prendono in prestito le arie lievi e scanzonate di Renato Carosone, in una dichiarazione d’amore per quella vita colorata, ironica e spassionata del dopoguerra, per proporre al pubblico una lettura contemporanea ed un ascolto in controluce di un singolare autore della canzone italiana.

“Si ride con le canzoni, ma non solo, Renato ci commuove, si commuove guardando con carezzevole ironia i suoi toreri, sarracini, americani. Carosone pensa con affetto la sua gente, con un umorismo semplice, dal basso, senza sarcasmo, senza potere, senza cattiveria nel sorriso. Egli ci porta lontano, sbagliando volutamente strada, per un imprevisto musicale e di parola, noi lo seguiamo sperando di non fare danni, magari ci travestiamo e fra di noi non ci riconosciamo”

(Peppe Servillo)


Formazione:
Peppe Servillo
 – Voce
Vincenzo Di Donna
 – Violino
Luigi De Maio
 – Violino
Gerardo Morrone
 – Viola
Antonio Di Francia
 – Cello e Chitarra



A seguire, in seconda serata, arriva sul palco, Francesco Di Bella, accompagnato da Alfonso Bruno alla chitarra, con Play with me” un concerto in chiave acustica e confidenziale nel quale Francecso Di Bella ripropone il repertorio da solista e quello dei 24 Grana.

Francesco Di Bella (Napoli, classe 1972) inizia la sua carriera artistica dando vita nei primi Anni ’90 ai 24 Grana, band antesignana dell’alternative rock italiano, di cui è frontman e principale autore. Contemporaneamente coltiva collaborazioni con i principali artisti della sua città come Bisca, 99 Posse, Almamegretta, ed altri italiani come Marina Rei e Riccardo Sinigallia. La sua ricerca artistica “alternativa” si traduce, nel 2014, nel primo album da solista “Ballads Café“, un compendio di brani dei suoi anni trascorsi nella band, riletti in una chiave più intimistica e cantautorale, di cui è il testo a farla da protagonista. Nel 2016 l’album “Nuova Gianturco“, prodotto da Daniele Sinigallia, lo inserisce a pieno titolo nel novero dei cantautori italiani: le 10 canzoni del disco raccontano la sua città tenendo metaforicamente “le spalle al mare”, in un viaggio sonoro dal sapore post-industriale; un album pop, ma dalle persistenti sfumature underground, il cui singolo "Tre Nummerielle" si aggiudica il Premio Lunezia.

Il Festival prosegue sabato 25 giugno con “James is back”: un solo James può essere tornato nel panorama internazionale della musica world: James Senese, accompagnato, come sempre, dalla magnifica formazione di Napoli Centrale (Fredy Malfi, Rino Calabritto, Lorenzo Campese)A chiusura di serata “Hear my voice”, Claudio “Gnut” Domestico con Michele Signore. Gnut è una tra le migliori voci del cantautorato contemporaneo, è attivo dal 2008 e, dopo varie pubblicazioni in Italia, per la prima volta Gnut varca i confini nazionali con “Hear My Voice”. Queste canzoni non raccontano solo di storie d’amore, di tradimenti e serenate, ma lasciano trasparire tutto il fascino di una città come Napoli, che vive attraverso la rappresentazione e la reinterpretazione di Gnut.

Domenica 26 giugno il festival si chiuderà sulle note iniziali di un sorprendente, emozionante ritorno dei maestri della Nuova Compagnia di Canto Popolare, con un nuovo e antico incanto acustico: “Napoli 1534… e altre storie”. Un lavoro raffinato dove la consueta ricerca, rielaborazione ed invenzione del maestri della Nuova Compagnia, trova una sintesi rigorosa e vibrante, dal notevole impatto acustico. Chiude l’ultima serata di questa prima rassegna il concerto “Tanto pe’ cant’art”, sul palco l’Orkestraccia, una band toscana, che renderà omaggio al genius loci del parco, in una sorpresa di musica e parole, abilmente intessute da Monica Menchi ed Elio Capecchi, i due front artist del gruppo. Da ascoltare e da guardare.


Il “Quarrata World Music” è patrocinato dalla Regione Toscana.

Sponsor ufficiali del Festival: Publiacqua, Consiag holding, Far.com farmacie comunali pistoiese.

Il festival è inoltre stato sostenuto da Vannucci piante Pistoia.

I concerti si terranno nel Prato dei Ciclamini della Villa Medicea La Magia in osservanza di quanto previsto dalle norme vigenti per il contenimento epidemiologico.

Ingresso euro 5,00, posto unico non numerato, non sono ammesse riduzioni.

Posti disponibili n. 200

redazione

SPONSOR

In evidenza

Via alla prima edizione del Quarrata World Music
Via alla prima edizione del Quarrata World Music
Via alla prima edizione del Quarrata World Music