PISTOIASETTE

Musica e oltre...Interviste a musicisti, musicologi, musicofili sul canale You Tube

Il Salterio nelle colonne sonore: dal Libro dei Salmi ai film. Le trasformazioni di uno strumento

Il ciclo di incontri online, intitolato “Musica e oltre…”, promosso dall’Associazione Filarmonica Alto Pistoiese, che organizza il Festival Pracchia in Musica, si avvia alla conclusione. Giovedì 6 maggio, alle ore 21, sul canale You Tube AFAP e sulla pagina Facebook di Pracchia in Musica, Alberto Spinelli, presidente dell’Associazione, e Chiara Sirk, critico musicale, dialogheranno con Federico Ranuzzi, esperto di connessioni fra musica e cinema. Ranuzzi proporrà un tema inedito: l’uso del salterio, un piccolo strumento a pizzico dal suono argentino,  chiamato anche cetra, nelle colonne sonore. Un tema inedito, affrontato presentando diversi ascolti e visioni. Quali compositori hanno deciso di usare questo strumento e perché? Quali “effetti” volevano ottenere? Scopriremo così non solo uno strumento poco conosciuto, ma anche il suo uso inaspettato nelle colonne sonore di film di cui il relatore rivelerà il titolo. Di solito si pensa al salterio come allo strumento per accompagnare il canto dei Salmi ed è anche rappresentato in numerosi affreschi tra le mani di angeli musicanti. Uno strumento antico, dall’origine “esotica”. Le origini del salterio vanno ricercate, infatti, non nella civiltà greca, come il nome indurrebbe a pensare, bensì nelle civiltà orientali (è molto probabile una sua discendenza dal Quanun, strumento arabo che giunse in Europa nel secolo XI). Il salterio è provvisto di corde a suono fisso da suonare a pizzico, sia con i polpastrelli delle dita che con plettro. Oggi ne sappiamo poco, ma fu in auge in Europa tra il Seicento e l’Ottocento. Di forma solitamente trapezoidale, veniva racchiuso in eleganti custodie spesso finemente dipinte ed era usato sia nella musica popolare, sia nella pratica musicale familiare. Federico Ranuzzi ci farà scoprire un modo completamente diverso di utilizzarlo, da parte di compositori del Novecento, raccontando curiosità e particolari che solo un vero esperto può conoscere. Una vera chicca per gli amanti della musica e per gli appassionati di cinema. Ogni incontro è accompagnato dalla visione di clip con esecuzioni dei brani di cui si parlerà. L’iniziativa è in collaborazione con Uciim, sezione di Bologna.

 

 

 

 

 

redazione

SPONSOR

In evidenza

Musica e oltre...Interviste a musicisti, musicologi, musicofili sul canale You Tube
Musica e oltre...Interviste a musicisti, musicologi, musicofili sul canale You Tube
Musica e oltre...Interviste a musicisti, musicologi, musicofili sul canale You Tube