PISTOIASETTE

Caffè, cinema, teatro: a Pistoia dal 1 Luglio nasce il nuovo polo culturale Puccini - Gatteschi

foto di Elena Meoni

Un gioiello rispolverato, arricchito e consegnato alla città

Pistoia 10.06.2021 - Il Caffè Puccini, una piccola caffetteria in cui sarà possibile degustare alcune prelibatezze, il cinemino Puccini, una mini sala che proietterà cortometraggi, il Piccolo Giardino Puccini, uno spazio verde per spettacoli culturali e che potrà essere allestito anche come teatro di verzura in chiave contemporanea, ma, soprattutto, il Piccolo Teatrino Gatteschi, il teatro più piccolo al mondo, che ha una capienza di quindici posti in platea: è stato presentato oggi il nuovo polo culturale Puccini - Gatteschi che, dal 1 Luglio, offrirà un nuovo spazio di ritrovo ed aggregazione a tutta la cittadinanza. 

La principale novità è data dal Teatrino Gatteschi che, per la prima volta, entra nel circuito teatrale a tutti gli effetti, con una vera e propria calendarizzazione di spettacoli aperti al pubblico. Esso si trova di rimpetto al Piccolo Giardino Puccini, fu costruito nel 1707 su iniziativa privata della famiglia Gatteschi, per la celebrazione del matrimonio di Pistoletto con Maria Francesca Bracciolini. Sono proprio le ridotte dimensioni a rendere questo teatro altamente caratteristico, la struttura si snoda su due piani: in 70 metri quadri sono solamente quindici i posti a disposizione del pubblico, in platea. Le dimensioni rendono il Gatteschi un vero teatro in miniatura. Esso è inserito nel Patrimonio delle Dimore Storiche D'Italia. Al suo interno saranno programmate in prevalenza rassegne di micro teatro (spettacoli brevi) con mimi, marionette storiche, monologhi, letture di poesie, piccoli concerti. Dal 17 al 19 Settembre in questa esclusiva location avverrà il primo festival di Micro Teatro, a cura di Tommaso de Santis, che ne curerà la direzione artistica.

Ma non è finita: in questo nuovo polo culturale saranno anche altri gli spazi a tornare a nuova vita. Vedremo per il momento 29 postazioni a sedere (dati pre Covid). Saranno proiettati prevalentemente cortometraggi, film muti o di autore. Nella saletta, oltre alle proiezioni, verranno promossi eventi culturali ed incontri su vari temi, all'insegna dell'intrattenimento collettivo. 

All'interno del nuovo polo culturale saranno presenti altri due spazi tutti da scoprire: il Caffè Puccini è una piccola caffetteria all'interno della quale potranno essere programmate attività autonome o a servizio degli eventi. Inoltre gli incontri in caffetteria avranno uno scopo sociale: al caffè si siederanno ospiti ed esperti, per discutere ed affrontare temi di attualità. Si potranno sviluppare progetti di 'bookcrossing', attività 'pro bono' o dar vita a 'caffè sospesi'. A questo va ad aggiungersi il piccolo giardino Puccini: collocato in Vicolo del Malconsiglio, esattamente davanti al piccolo Teatro Gatteschi, il piccolo Giardino Puccini, che deve essere necessariamente attraversato per raggiungere il Cinemino o la Caffetteria, è uno spazio aperto ed arredato a verde, che potrà essere utilizzato per spettacoli, incontri, proiezioni, piccoli concerti, o altri eventi culturali che possono essere svolti all'aperto. L'idea alla base è quella di trasformare il giardino in un prezioso Teatro di verzura contemporaneo: si tratta di un elemento tipico dei giardini all'italiana a partire dal XVIII secolo, quando nei giardini di ville e palazzi venivano costruiti spazi teatrali appositi, così che le rappresentazioni potessero avvenire all'aperto. 

"Ringrazio - ha spiegato Andrea Massaini, presidente pro tempore dell'Associazione G713 - le istituzioni e gli sponsor che ci hanno sostenuto e ci hanno dato fiducia. Questo luogo aspettava che qualcuno gli potesse ridare vita. Sono stati recuperati spazi altrimenti nascosti, siamo molto felici di restituire alla città un angolo così prezioso e con un potenziale così grande. Noi vorremmo sperimentare un modo nuovo di intendere la socialità: attraverso la caffetteria vorremmo coinvolgere vari tipi di enti ed associazioni che nascono con il fine di combattere alcune patologie. Il Funaro si prenderà cura della programmazione del 'Cinemino', dove verranno proiettati cortometraggi. Ma la notizia è che a Pistoia, grazie a questo lavoro, esiste il teatro più piccolo al mondo, con 15 posti in platea. Esso dal 1 Luglio (giorno dell'inaugurazione) apre al pubblico, entra nei circuiti dei teatri aperti al pubblico. Questo teatro ha delle caratteristiche uniche nel suo genere, ma è un teatro a tutti gli effetti. Il 1 luglio avrà un sipario, una guida, un ingresso, una locandina. Insieme a questo ci saranno anche il teatro di verzura, un teatro privè che si articolerà con spettacoli di circa tre minuti, dove, per spettacolo, saranno presenti un attore ed uno spettatore". 

"L'obbiettivo - ha sottolineato Massaini - è quello di far convergere in questo luogo anche le più giovani generazioni. Il cinema sarà gratis, gli spettacoli saranno aperti a tutti. Non so se c'era la necessità di un nuovo polo culturale: so però che c'era bisogno di approfondire, di elaborare delle sensazioni, di partecipare a qualcosa di nuovo. La nostra ambizione è che questo luogo diventi un posto dove essere ristorati, dopo le fatiche e gli affanni della vita quotidiana. Non vogliamo dagli artisti tanto un bello spettacolo, quanto uno spettacolo che arrivi al cuore degli spettatori. Tutto deve avere una logica ed un approfondimento. Qui si cercano storie autentiche, si vuole far tesoro di tanti aspetti differenti per trarne esperienze per i tempi futuri".

"Devo dire grazie - ha detto, intervenendo, il Sindaco Alessandro Tomasi - a tutti coloro che sono intervenuti. Sono contento per il contributo dato tanto da Farcom, quanto dagli Istituti Raggruppati. C'è bisogno di un polo culturale in più? Nessuno sa rispondere. Sicuramente è meglio un polo culturale in più che un polo culturale in meno. Abbiamo bisogno di novità, di impegno, di voglia di fare. Giovani ed adolescenti sono il nostro target, spero che trovino il questo spazio una spinta per socializzare e passare del tempo in tranquillità". È poi intervenuto il Presidente della Fondazione Caript, Lorenzo Zogheri: "I vincitori del nostro contributo non solo dovevano assicurare la tenuta di un luogo per oltre quattro anni, ma anche curarlo, promuovendo così importanti principi di cittadinanza attiva" . 

"Quando ho visto per la prima volta il teatrino Gatteschi - ha commentato Tommaso De Santis, che dirigerà il primo Festival di Microteatro dal 17 al 19 settembre - ho subito capito che quello fosse un posto dove poteva nascere qualcosa di bello. Abbiamo quindi pensato al micro teatro, un modo di fare teatro in cui è più importante il testo più che della scenografia. Il teatro, anche il micro teatro, è resilienza, passione, gioia, allegria. Si alterneranno tre compagnie che vengono da varie parti d'Italia e realizzeranno spettacoli cercando di coinvolgere il pubblico nel miglior modo possibile".


foto di Elena Meoni

foto di Elena Meoni foto di Elena Meoni
Lorenzo Vannucci
Lorenzo Vannucci

SPONSOR

In evidenza

Caffè, cinema, teatro: a Pistoia dal 1 Luglio nasce il nuovo polo culturale Puccini - Gatteschi
Caffè, cinema, teatro: a Pistoia dal 1 Luglio nasce il nuovo polo culturale Puccini - Gatteschi
Caffè, cinema, teatro: a Pistoia dal 1 Luglio nasce il nuovo polo culturale Puccini - Gatteschi